Dzeko vs Higuain vs Icardi

0
795

Nella tabella abbiamo paragonato alcuni dati sulla carriera dei tre centravanti di cui molto si parla in questi giorni. E’ fuori di dubbio che siano dei fuoriclasse e che tutti e tre vengono, per motivi differenti, da una stagione particolare.
Emergono però delle differenze. Al di là dell’età, fattore che si rispecchia nel valore di mercato, i dati descrivono alcune peculiarità che aiutano a capire il perché di certe mosse del mercato attuale.

  Dzeko (33) Higuain (31) Icardi (26)
NAZIONALE      
presenze 103 75 8
gol 56 31 1
assist 6 6 1
gol/min 189′ 208′ 473′
SERIE A      
presenze 137 192 219
gol 62 117 121
assist 25 27 30
gol/min 171′ 130′ 142′
CHAMP. L.      
presenze 55 75 6
gol 22 23 4
assist 14 10 0
gol/min 191′ 212′ 135′

Il primo numero che salta agli occhi è quello dei gol segnati per minuto di Higuain (130′), praticamente un gol ogni partita e mezzo, nel campionato di serie A è una media eccezionale se si paragona per esempio a Montella (140′) o Batistuta (148′) due tra gli attaccanti più prolifici. E’ un giocatore che da continuità di risultati e che si esprime meglio nel campionato nazionale che sotto i riflettori del calcio internazionale. Giocatore che predilige la conclusione al assist.

Dzeko al contrario è un centravanti che non subisce la pressione dei grandi palcoscenici, anzi noi che lo abbiamo seguito in questi anni sappiamo che spesso ha bisogno di una motivazione extra che certi appuntamenti sanno offrire per dare il meglio di se. E’ sicuramente dei tre il più altruista e con visione di gioco. E’ un giocatore perfetto per le modalità di gioco dell’allenatore dell’inter Conte, ricordiamoci il ruolo centrale affidato a Pellè, che ha caratteristiche simili al Bosniaco, non certo il miglior attaccante a disposizione nel campionato europeo del 2016 ma considerato insostituibile nella formazione selezionala dal ct Antonio Conte appunto.

Icardi non ha sufficiente minutaggio in ambito internazionale per poter trarre dei dati validi. Dimostra invece in serie A, nonostante un’ultima stagione decisamente sotto tono, una straordinaria capacità realizzativa. Giovane ma già con più di 200 partite disputate nella serie maggiore e una media gol che lo porterebbe con tutti i se e i ma del caso a battere il record di Piola. Insieme ad Higuain sono gli attaccanti in attività nel campionato italiano con la migliore media realizzativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here